giovedì 27 dicembre 2007

INTRAPPOLATI all' HOTEL EXCELSIOR










Il senso di soffocamento che l'Excelsior by night ci ha dato è stato impressionante. Alex ha retto alla grande, a parte un piccolo attacco di panico. Invece io, appena arrivato ai piani alti mi sono visto materializzate le sequenze di Shining di Kubrik e ho temuto per la nostra incolumità. Ho visto le gemelline lungo il corridoio dell'Excelsior. Mi hanno invitato a giocare e incredibile, mi hanno chiamato con il mio secondo nome- Danny. Molti amici del basket, sport che ho praticato per anni mi chiamavano Danny, per la mia somiglianza con il giocatore dei Celtics "Danny Ainge". E anche questo è un fatto non trascurabile. Ho comunque resistito e non ho esitato un attimo a sfilare dal mio taschino la mia minicamera filmando il tutto alla mia realmaniera. Incredibile. La mia telecamera è in grado di dare voce e immagine alle mie sensazioni. Che sia un predestinato?




6 commenti:

Anonimo ha detto...

notevole.
A.

Walter ha detto...

grazie per il notevole mister A!

Anonimo ha detto...

Devo ancora capire perchè i suoi video più talentuosi vengono messi da parte per far spazio alle sue esposizioni più trash..........con trash non voglio dire assolutamente che siano video di serie INFERIORE ma sicuramente meno notevoli di un Fava, di uno Squitieri per non parlare poi dei suoi corti riusciti.
Perchè la gente deve commentare l'incommentabile?
Abbiamo tutti così bisogno di deridere il prossimo perchè non riusciamo più a ridere di noi stessi?
Spero che il suo cammino artistico sia una crescita e non una caduta verso gli abissi.
Ancora i miei complimenti per il suo lavoro così eclettico.
Mr A.

Walter ha detto...

Grazie Mr. A per il suo interesse nei miei confronti. Il blog è stato aperto da poco, devo forse ancora rodare e fare delle scelte più precise e calibrate. Concordo con lei che lo spessore di uno Squitieri e di un Fava è fuori discussione come del resto "The Human Film", prossimamente al Lumiere, però mio malgrado ho anche un'anima un po' trash-non me ne vergogno-e quindi sento ancora il bisogno di dare voce a forme atypiche che a volte scivolano inesorabilmente nel trash. C'è da dire che piano piano stò anche maturando. Almeno ci provo.
Grazie di nuovo e auguri!

Anonimo ha detto...

Avere una produzione più commerciale accanto ad una di notevole spessore artistico è sempre stata una costante di molti artisti di ogni tempo. l'importante è la buona fede e l'onestà di fondo. certi personaggi caricaturali che walter studia e mette a nudo con la sua cinepresa hanno in realtà una energia ed una carica fuori dal comune. è importante tenere aperta una finestra anche su questo mondo , per cui walter vai avanti così e non ascoltare chi ti vorrebbe soltanto nella veste più elegante. ascolta sempre la tua musa!
guido s.

Walter ha detto...

Bravo, hai colto il senso di Atypicalmovie-typicalmovie. Una finestra sul commercio ed una atypica e passionale.
Grazie Guido